Isola Spitsbergen – l’isola più grande delle Svalbard

Isola Spitsbergen –

 

L’isola più estesa delle Svalbard è l’Isola Spitsbergen dove si può optare per un giro in slitta fino alla Bolta Valley, una valle stupenda che deve il suo nome ad un cacciatore disarcionato dal cavallo, “bolted” infatti significa “imbizzarrito”. All’Isola Spitsbergen si possono visitare le grotte di ghiaccio, ossia i pozzi profondi scavati dall’acqua nel permafrost, ammirare le caratteristiche stalattiti e stalagmiti e gli impressionanti riflessi di luce.

Isola Spitsbergen – Le escursioni possono essere fatte solo in slitta o in motoslitta, poiché non ci sono strade ma solo piste. Sull’Isola Spitsbergen è situata la cittadina di Barentsburg, il secondo insediamento più popolato delle Svalbard, possiede circa 850 abitanti, per la maggior parte minatori russi e ucraini.

Isola Spitsbergen – Vi chiederete come mai russi e ucraini vivono lì, la risposta è semplice: Barentsburg è una città sovietica, ex centro minerario, costruita secondo i dettami dell’urbanistica sovietica. Oggi è rimasta uguale alle sue origini, sembra di ritornare agli anni ’50-’60, alla Russia della Guerra Fredda. La città ha un museo con fossili e impronte di dinosauro, non possiede negozi e nel periodo estivo organizza spesso spettacoli folkloristici.

 

Isola Spitsbergen

Isola Spitsbergen

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sull’Isola Spitsbergen è sita un’altra cittadina molto caratteristica: Ny Alesund, famosa per le basi scientifiche appartenenti a paesi di ogni parte del mondo. Ce n’è anche un’italiana, la Base Artica Italiana Dirigibile Italia, in ricordo a Umberto Nobile, responsabile dello Stabilimento militare di Costruzioni Aeronautiche a Roma dal 1919 al 1928 il monumento agli italiani. Un ultimo consiglio per chi va alle Svalbard, è quello di fare una mini-crociera della durata di tre giorni al Nord delle isole per vedere i trichechi sull’isola di Moffen.

Isola Spitsbergen – Che altro c’è dire della bella Isola Spitsbergen? Beh, sicuramente che costituisce un grande polo di ricerca che sta facendo grossi passi avanti e che – come detto in uno dei post precedenti – il governo norvegese ha progettato la costruzione di una Banca genetica proprio sull’Isola Spitsbergen, dove sarà scavata una galleria di 120 metri nella roccia, portando la temperatura da -6 gradi Celsius a -18 gradi Celsius. Lo scopo di questo progetto è quello di prevenire un’eventuale estinzione di piante causata dal riscaldamento globale o da una guerra nucleare.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *