Pyramiden

7 Novembre, 2019 • BlogNessun Commento

Pytamiden, ex cittadina mineraria sovietica ai confini del mondo.

Dove si trova

La cittadina di Pyramiden si trova nel bel mezzo di Spitzbergen, l’isola centrale delle Svalbard, e più precisamente alla fine del Billefjorden al 78° parallelo.

Cosa è

Il villaggio è praticamente disabitato e difficilmente accessibile. In estate si può raggiungere via mare,  in inverno in motoslitta. Qui si gode una splendida vista sul ghiacciaio Nordenskjold.

Origini

Il nome della cittadina deriva dalla forma a piramide delle montagne che la circondano. L’insediamento nasce nel 1910 ad opera di minatori svedesi, poi, nel 1927, l’URSS l’acquistò per farne un centro minerario.

Seconda Guerra Mondiale

Durante la seconda Guerra Mondiale l’insediamento fu distrutto dai tedeschi. I russi lo ricostruirono dotandolo di abitazioni per i minatori e servizi utili alla comunità: un asilo, un ospedale, un cinema, una biblioteca e un centro sportivo.

Fine anni ’90

Alla fine degli anni ’90 del secolo scorso, un po’ per la riduzione delle riserve di carbone, un po’ per la cattiva gestione delle miniere, un po’ per la disgregazione dell’URSS,  il villaggio si è andato progressivamente spopolando.

Oggi

Oggi Pyramiden  appare un luogo spettrale, un insediamento in stile sovietico dove sono ancora visibili un monumento dedicato a Lenin, una serra, una stalla, un centro ricreativo e dei dormitori. I pochi abitanti rimasti si sono convertiti al turismo e fanno da “ciceroni polari”.

Memoria storica

Man mano che ci si addentra nel quadrilatero che compone Pyramiden, gli edifici fatiscenti prendono vigore e assumono un forte valore simbolico. Questo insediamento è infatti la testimonianza della lotta dell’uomo contro la natura estrema e la testimonianza storica della Guerra Fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *