Landmannalaugar Trekking in islanda

13 Novembre, 2014 • Viaggi e offerteNessun Commento

il Landmannalaugar Trekking, il trekking in Islanda per eccellenza: uno dei più importanti e suggestivi trekking del mondo: un itinerario che si snoda attraverso molteplici e differenti aree geomorfologicamente varie e caratteristiche.

Dovete sapere che: è percorribile solo poche settimane l’anno. I rifugi aprono intorno al 25 giugno e chiudono a inizio settembre. Per il resto dell’anno è irraggiungibile ed è sconsigliato. Lungo il percorso di circa 55 km si trovano unicamente 6 rifugi senza comunicazioni e senza possibilità di reperire alimenti. Un viaggio di questo tipo deve essere organizzato e finisce per diventare una piccola spedizione.

Proponiamo 2 partenze:

LANDMANNALAUGAR TREKKING 

partenza: 25 luglio 2015
da 1310 Euro + volo
Uno dei più importanti e suggestivi trekking del mondo: un itinerario si snoda attraverso molteplici e differenti aree geomorfologicamente varie e caratteristiche. Guida in italiano. Quote NON inclusive di volo.
[ maggiori dettagli, clicca qui]

 

LANDMANNALAUGAR TREKKING & SUPERJEEP 

partenza: 4 luglio 2015
da 1820 Euro + volo

Grazie ad agili mezzi fuoristrada che permettono di affrontare entusiasmanti itinerari off road altrimenti non accessibili, il tour, di grandissimo interesse naturalistico, svelerà angoli lontani dalle classiche rotte turistiche e che invece rappresentano l’essenza più profonda e sincera di questa magnifica terra unendo al suggestivo trekking del Landmannalaugar un estensione lungo la F208, una delle piste più belle ed affascinanti dell’isola. Quote NON inclusive di volo.
[ maggiori dettagli, clicca qui]

 

vulkanlandschaft

L’itinerario si snoda attraverso gli altopiani meridionali. Da Þórsmörk ad un’altezza di circa 300 metri a Landmannalaugar ad un’altitudine di 600 metri. In alcuni tratti continui sali scendi su colline, in altri lunghi attraversamenti di campi di lava, 3/4 guadi, un ponte sospeso che dal punto di vista tecnico il percorso non presenta alcuna difficoltà. Ma dato che siete in Islanda DOVETE tenere sempre presente che lo stato della pista dipende dalle condizioni atmosferiche (il sole, il vento, il freddo, il caldo, la pioggia, le raffiche, il livello dei fiumi, della neve, del ghiaccio, l’acqua calda, l’arcobaleno……aurora boreale) e che solitamente sono intensi e a cambiamento repentino (particolarità spiccatamente islandese).

In buone condizioni meteorologiche, l’escursione è adatta per la maggior parte delle persone ed è uno dei sentieri più belli che possiate percorrere. In cattive condizioni il percorso può risultare pericoloso anche per escursionisti esperti. La nebbia è comune tra le montagne e la neve può precipitare anche in luglio e agosto. Con il freddo, condizioni di bagnato e vento, non sono purtroppo rari incidenti dovuti per la maggioranza alla cattiva organizzazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *